Mini alloggi

MINI-ALLOGGI-CASA-DI-CURA-TREVIGLIO-03

I mini alloggi protetti si inseriscono nella rete di servizi sociali con la finalità di garantire assistenza e supporto a persone “fragili” ultrasessantacinquenni che, pur godendo di una certa autonomia, necessitano di protezione sociale o, più semplicemente, temono la solitudine e l’isolamento.

I mini alloggi permettono di garantire all’utente la propria privacy in un ambiente di vita confortevole e sicuro.

Le cifre

Presso la Fondazione sono disponibili 8 minialloggi, di cui 6 con un letto e 2 con due letti.

Ogni mini alloggio è dotato di riscaldamento e raffrescamento, ricircolo aria, tapparelle elettriche, videocitofono e impianto di chiamata operatori e si articola in quattro aree:

  • L’ingresso, con il guardaroba, che si apre sul soggiorno;
  • Il bagno che permette l’accesso anche ai disabili, attrezzato con doccia a sfioro;
  • Il soggiorno, che include una cucina con il piano di cottura a induzione e un frigorifero per le bibite, tutto il corredo necessario, un tavolo con due sedie e un divano letto per ospitare saltuariamente i propri amici e parenti, un televisore LCD 42”;
  • La zona notte con letto con rete elettrica con snodo a 3, comodino, armadi e cassettiera, biancheria piana inclusa.

All’esterno dell’edificio vi è inoltre un piazzale dotato di bersò in prossimità della fontana, un ampio giardino con area ombreggiata dotata di panchine e percorsi di camminamento.

Criteri di accoglimento delle domande e formazione delle liste di attesa

Destinatari sono i residenti dei Comuni di Treviglio, Caravaggio e Fara Gera d’Adda, aventi un’età superiore ai 65 anni, totalmente autosufficienti. Indicativamente 4 alloggi sono destinati al Comune di Treviglio, 3 al Comune di Caravaggio e 1 al Comune di Fara Gera d’Adda, salvo eccezioni deliberate dal Consiglio di Amministrazione o carenze nella lista di attesa.

Nell’assegnazione verranno considerate anche eventuali situazioni di disagio socio abitativo, ferma restando la solvibilità dell’utente. 

Procedure di ammissione – accoglienza

La domanda di ammissione deve essere inoltrata alla Segreteria della Fondazione, che provvederà all’istruttoria della domanda ed alla formazione della graduatoria.

L’ammissione alla Residenza è subordinata all’assenso liberamente espresso dall’anziano. 

Procedura per l’ammissione

Ne momento in cui un alloggio si rende disponibile, la segreteria della Fondazione fa scorrere la lista d’attesa e contatta il potenziale utente.

Il medico della RSA potrà visitare l’anziano per valutarne le condizioni psico-fisiche, di autonomia e di idoneità all’ingresso.

Potete trovare il modulo di domanda ingresso ai mini-alloggi qui.

Accoglienza dell’Ospite

Al momento dell’ingresso verrà sottoscritto tra la Fondazione e l’ospite il contratto di soggiorno.

All’ingresso l’ospite dovrà portare con sé, oltre al corredo e gli oggetti personali, una scheda sanitaria per le emergenze redatta dal proprio medico curante, con l’indicazione di eventuali allergie, intolleranze, patologie e terapie in atto. Dovrà inoltre, se non è già inserito in lista d’attesa, presentare domanda per la ammissione in RSA.

Prenderà visione e sottoscriverà le dichiarazioni relative al trattamento dei dati personali.

Lo staff del servizio animazione ha la referenza per i minialloggi ed è incaricato di fornire la prima informativa e far visitare la struttura sia all’ospite che ai parenti.

L’anziano verrà subito preso in carico dalla referente animazione che redigerà  un progetto individuale sulla base degli obiettivi individuati e, con l’èquipe di assistenza, un piano di assistenza individualizzato per il raggiungimento dei suddetti obiettivi.

Si ricorda che, trattandosi di una unità di offerta sociale, l’assistenza medica resta a carico del medico di base.

Le opportunità nella giornata dell’ospite

  • Ore 10.00 S. Messa
  • Ore 10.40 attività ricreative
  • Ore 12.15 distribuzione pranzo
  • Ore 15.30 Attività ricreative
  • Ore 16.30 merenda
  • Ore 16.45 recita pomeridiana del Rosario
  • Ore 18.30 distribuzione cena

Le attività ricreative e di laboratorio hanno una programmazione settimanale esposta all’ingresso della Residenza e vicino la sala ristorante.

Rette

L’ammontare della retta e le sua variazione è comunicata tramite avvisi esposti nelle apposite bacheche al piano terra e direttamente a ciascun ospite tramite comunicazione scritta.

La retta di soggiorno deve essere versata entro il 15 del mese in corso, a mezzo RID bancario.

RETTA MINIALLOGGIO  € 1.150,00 mensile
Secondo ospite € 550,00 mensile

Servizi inclusi nella retta

Servizio mensa

  • Esistono 4 menù che variano a seconda della stagione e prevedono una programmazione settimanale, esposta nei singoli nuclei.
  • All’ospite è offerto il pranzo e la cena secondo le sue preferenze, mentre per altre consumazioni è presente un punto di ristoro a pagamento e delle macchinette automatiche.

Servizio lavanderia-stireria

Sia la biancheria piana che quella personale è ritirata una volta la settimana dal personale della fondazione (ad esclusione dei capi richiedenti il lavaggio “ a secco” e la lana).

Servizio pulizie e manutenzione

  • l’alloggio è pulito quotidianamente dalla impresa operante in fondazione;
  • periodicamente vengono effettuate delle sanificazioni e delle manutenzioni programmate;
  • la manutenzione è a carico della fondazione.

Servizio di animazione

  • attività ricreative
  • attività occupazionali
  • gite e visite all’esterno della Residenza

Servizio di climatizzazione

  • riscaldamento invernale, refrigerazione estiva.

Servizio di religioso

  • messa giornaliera, tranne il sabato
  • recita pomeridiana del Rosario
  • visita e assistenza personale del Sacerdote.

Non è prevista alcuna riduzione della retta per assenze temporanee o per rinuncia alla fruizione dei servizi inclusi.

Sono inoltre disponibili dei servizi a pagamento con tariffe calmierate.

Eventuali servizi richiesti dagli utenti saranno fatturati mensilmente. Resta ferma la possibilità per la persona anziana residente nell’alloggio di scegliere la forma di assistenza personale più consona alle proprie esigenze, anche attraverso personale esterno.

Tariffe prestazioni aggiuntive

PASTO ESTERNI € 7,00 cadauno
BAGNO ASSISTITO € 25,00 cadauna
PRELIEVO € 5,00 cadauno
PRESTAZIONI INFERMIERISTICHE € 2,50 per accesso
PRESTAZIONI ASSISTENZIALI € 5,25 per accesso
PRESTAZIONI FISIOTERAPICHE € 27,00 per accesso
CONSULENZA PSICOLOGICA € 48,00 per accesso
CONSULENZA MEDICA € 54,00 per accesso
TRASPORTO nei comuni Fondatori (autista + mezzo di trasporto) € 20,00 orarie
TRASPORTO fuori comuni Fondatori (autista + mezzo di trasporto) € 20,00 orarie + spese km tariffa ACI

 

L’ASL può riconoscere per taluni servizi aggiuntivi un voucher mensile, nell’ambito delle misure a sostegno della Residenzialità Leggera.

Per informazioni sull’attivazione rivolgersi alla signora Francesca Mancastroppa presso gli uffici amministrativi.

Informazioni utili

Orari di visita

Ogni minialloggio è dotato di videocitofono per permettere a parenti e visitatori di accedere in qualsiasi momento della giornata.

Personalizzazione degli alloggi

L’ospite potrà personalizzare l’alloggio con oggetti e suppellettili di sua proprietà, compatibili con l’arredo, che non creino pericolo per sé e per gli altri.

Mensa famigliari

È possibile, su prenotazione, consumare il pranzo con il proprio parente, a fronte del pagamento della tariffa stabilita o liberamente negli alloggi.

Punto di ristoro e telefono

Nel soggiorno a piano terra è a disposizione degli ospiti e dei visitatori un punto di ristoro e dei distributori automatici di bevande calde e fredde e alimentari. E’ disponibile un apparecchio telefonico, a scheda, nell’atrio del piano terra.

Norme antincendio e antinfortunistiche

In attuazione degli adempimenti previsti dalla legislazione vigente è stato redatto il piano per la sicurezza e il personale della Residenza è addestrato ad intervenire per controllare gli eventuali inizi di incendio e tutelare la sicurezza degli ospiti.

Visite guidate

E’ consentito ai potenziali utenti ed ai loro famigliari, visitare la Residenza previo accordo con il Responsabile dell’Ufficio Relazioni con il pubblico.

Procedure di dimissione

L’ospitalità presso i mini alloggi è a tempo indeterminato.

Il rapporto si può risolvere:

  • per dimissioni volontarie con preavviso di almeno 30 giorni. Il mancato rispetto di tale termine, comporta ugualmente il versamento della retta;
  • per delibera del Consiglio di Amministrazione qualora il comportamento dell’utente sia gravemente pregiudizievole dell’incolumità propria o degli altri utenti, o qualora vi sia grave e reiterata inosservanza delle norme regolamentari, o qualora si verifichi il mancato pagamento della retta per due mesi consecutivi;
  • in caso di decesso dell’ospite. La salma verrà composta nella camera ardente della residenza. Potrà essere autorizzata la rimozione anticipata della salma nel rispetto della normativa vigente. L’amministrazione consegnerà gli effetti personali e quant’altro di proprietà del defunto agli aventi diritto, previa esibizione di idoneo titolo e sottoscrizione di ricevuta liberatoria.
  • per certificazione medica, qualora le condizioni di salute dell’utente non consentano più allo stesso di mantenere quel grado di autonomia necessario alla permanenza presso gli alloggi.

La residenza nei minialloggi è caratteristica di prelazione per l’accesso alla RSA.

Fondazione Anni Sereni Onlus - Cookie policy - Privacy policy