Cure intermedie

CURE-INTERMEDIE-TREVIGLIO-ANNI-SERENI-03

L’unità di cure intermedie è in grado di prendere in carico, assistere in regime di degenza e di assistenza domiciliare, orientare ed accompagnare l’utente

OBIETTIVI E CIFRE DELLE CURE INTERMEDIE

L’unità di cure intermedie è una tipologia di unità di offerta nella rete sociosanitaria che è in grado di prendere in carico, assistere in regime di degenza e di assistenza domiciliare, orientare ed accompagnare l’utente fragile e portatore di bisogni complessi in area assistenziale, clinica e sociale.
L’obiettivo è reinserire l’utente nel proprio contesto di vita o accompagnarlo alla risposta più appropriata al suo bisogno, assistendolo fino al raggiungimento del miglior benessere possibile
Punti cardine sono:

  • garantire un nodo di forte integrazione nella rete sociosanitaria regionale;
  • rafforzare il collegamento con la domiciliarità;
  • prevedere ruolo e funzioni del care manager.

Ha una capacità ricettiva di 10 posti letto in camere doppie, di cui 5 accreditati e contrattualizzati con Regione Lombardia.

Personale in servizio o disponibile per consulenza

Area sanitario assistenziale:

  • 1 Responsabile sanitario;
  • 1 Medico Fisiatra;
  •  1 Cardiologo;
  • 1 Dermatologo;
  • 1 Dietologo;
  • 1 Palliatore;
  • 1 Psicologa;
  • 1 infermiere referenti di è quipe e 2 infermieri;
  • 3 operatori socio assistenziali;
  • 1 fisioterapisti;
  • 1 educatore;

È inoltre attiva una collaborazione con il Centro Disturbi Cognitivi dell’ospedale “L. Sacco” di Milano – Polo Universitario

Riconoscimento operatori

Tutti gli operatori hanno un badge di riconoscimento attestante anche la qualifica.

CRITERI DI ACCOGLIMENTO DELLE DOMANDE E FORMAZIONE DELLE LISTE DI ATTESA

L’utente può essere inviato all’unità di Cure Intermedie, nella fase di stabilizzazione a seguito di un episodio di acuzie o di riacutizzazione, dall’ospedale o dal medico di medicina generale (MMG) per il ricovero su posti a contratto, quindi gratuiti per l’utente.
Anche dal domicilio per i posti dove è previsto il pagamento di una retta di degenza.

Procedura di ammissione– Accoglienza

Il rilievo dei bisogni dell’utente e l’assegnazione dei profili di cura viene effettuata tramite un’apposita scheda unica di invio e valutazione, sulla base di indici e criteri standardizzati.
Nella scheda vengono rilevati l’instabilità clinica, la disabilità comunicativa, la condizione funzionale pre-morbosa e l’indice di complessità assistenziale.

Criteri di esclusione sono:

  • Le patologie psichiatriche attive;
  • Le condizioni per cui sono già previsti interventi specifici specializzati;
  • Le condizioni di instabilità in corso;
  • Le acuzie non risolte;
  • Le diagnosi incomplete o in corso di definizione.

La scheda permette di tracciare il profilo dell’utente che viene classificato in una scala da 1 a 4 a seconda della complessità assistenziale e dell’intensività clinica, oltre alla necessità di un recupero funzionale.

La richiesta di ricovero (su ricettario regionale) e la scheda di valutazione possono essere compilate dal medico ospedaliero, dal medico di base o dal medico di una unità di offerta sociosanitaria.

Redazione liste d’attesa

La scheda di valutazione fornisce un punteggio sulla base della situazione sanitaria e sociale. Tale punteggio, integrato con l’ordine cronologico di presentazione della domanda permette l’inserimento nella lista di attesa, divisa per sesso.

Procedura per l’ammissione

La segreteria della Fondazione contatta il nominativo in lista d’attesa e fornisce tutte le indicazioni all’utente per il ricovero e il suo successivo soggiorno.
L’ammissione è subordinata all’assenso liberamente espresso dall’utente, salvo i casi di sua manifesta incapacità.

Accoglienza dell’Ospite

Al momento del ricovero verrà sottoscritto tra la Fondazione e gli stipulanti il contratto di ingresso.
All’ingresso l’utente dovrà portare con sé la documentazione medico sanitaria, il codice fiscale, la tessera sanitaria, l’eventuale documento di accertamento di invalidità civile ed indennità di accompagnamento, oltre al corredo e gli oggetti di igiene personale.
Gli stipulanti prenderanno visione e sottoscriveranno le dichiarazioni relative al trattamento dei dati personali, alla procedura per l’assistenza dell’utente da persona di propria fiducia.
L’assistenza sanitaria rimane a carico del ssn e l’utente manterrà il proprio medico di base.
L’utente verrà subito preso in carico dall’èquipe dell’unità di cure, che lo accompagnerà nella propria camera e forniranno tutte le indicazioni sulla struttura sia all’utente che ai parenti.

L’èquipe, entro 10 giorni dall’ingresso deve effettuare la valutazione multidimensionale del bisogno.
La medesima valutazione andrà effettuata al momento della dimissione per il monitoraggio e la valutazione dei risultati raggiunti. Sulla base di tale confronto potrà essere fornita una indicazione per la destinazione dell’utente.

Customer satisfaction

All’ingresso verrà consegnato agli utenti un questionario per misurare il grado di soddisfazione rispetto alla qualità dei servizi e delle prestazioni usufruite.
Allegata alla carta dei servizi è presente la scheda per la segnalazione di disfunzioni, suggerimenti e reclami.

LA GIORNATA DELL’UTENTE

Ore 7.00 inizio dell’attività igienico – assistenziale
Ore 8.30 distribuzione della colazione
Ore 9.30 Inizio attività riabilitative e ricreative
Ore 12.15 distribuzione pranzo
Ore 13.00 Riposo
Ore 14.30 Attività igieniche
Ore 15.30 Attività riabilitative e ricreative
Ore 16.30 merenda
Ore 18.30 distribuzione cena
Ore 19.30 inizio attività igieniche
Riposo notturno

Le attività ricreative e di laboratorio, svolte nella sala di animazione ed ai piani, hanno una programmazione settimanale esposta all’ingresso della Struttura e in ogni reparto.

SERVIZI AGLI UTENTI

L’utente ha diritto di usufruire, gratuitamente e con libertà di scelta, dei seguenti servizi:

  • servizio di animazione, che organizza:
    • attività ricreative;
    • attività occupazionali;
  • servizio mensa:
    • esistono 4 menù che variano a seconda della stagione e prevedono una programmazione settimanale, esposta nei singoli nuclei;
    • Sono previste diete individualizzate a seconda della prescrizione medica.
  • servizio di fisioterapia:
    • al piano di degenza o nella palestra; sulla base della prescrizione del medico fisiatra.
  • servizio religioso
    • S. messa giornaliera, tranne il sabato
    • recita pomeridiana del Rosario
    • visita e assistenza personale del Sacerdote.
  • servizio parrucchiere: Il servizio, gratuito, è svolto per le donne e gli uomini da parrucchiere professionista, convenzionato. Il servizio di rasatura della barba è garantito da personale interno. Sono a carico dell’utente solo la “tintura” e la “permanente”.
  • servizio di custodia di denaro e di oggetti di modico valore
  • trasporto: con mezzi della Fondazione o in autoambulanza per esigenze sanitarie (visite ed esami clinici, ricoveri ospedalieri) prescritte dalla Fondazione stessa. È richiesta la presenza del famigliare. Qualora non fosse possibile, l’utente verrà accompagnato dal personale della Fondazione dietro versamento di un contributo di € 15,00 all’ora.

INFORMAZIONI UTILI

Orari di visita

Parenti e visitatori potranno accedere alla struttura ogni giorno dalle 08.00 alle 20.00, nelle parti comuni. Per garantire il regolare svolgimento dell’attività di assistenza e la privacy degli utenti, l’accesso ai piani è consentito solo dalle 10.00 alle 20.00.
Deroghe a tali orari, per particolari necessità dell’utente, potranno essere concesse dal medico o dalla referente di èquipe.
I parenti potranno far assistere il proprio congiunto da persona esterna, previa segnalazione del nominativo e delle modalità con cui si svolgerà l’assistenza ed acquisito il parere favorevole della direzione.

Colloqui con il personale della RSA

In apposita bacheca è esposto l’orario di ricevimento del Presidente, del Direttore Generale, del Direttore Sanitario, dei medici e della Referente di èquipe.
Le informazioni riguardanti gli utenti possono essere rilasciate, nel rispetto della privacy soltanto dal personale medico e dalla Referente di èquipe, ad un familiare autorizzato dall’utente.

Volontariato

I volontari che operano nella Fondazione possono affiancare il servizio animazione nei vari tipi di attività, offrire compagnia agli ospiti. L’aiuto agli utenti nell’assunzione dei pasti deve essere autorizzato dalla Referente di èquipe.

Mensa famigliari

È possibile, su prenotazione e a seconda della disponibilità del reparto, consumare il pranzo con il proprio parente, a fronte del versamento di un contributo.

Punto di ristoro

Nella sala parenti della RSA è a disposizione degli utenti e dei visitatori un punto di ristoro e dei distributori automatici di bevande calde e fredde e alimentari.

Norme antincendio e antinfortunistiche.

In attuazione degli adempimenti previsti dalla legislazione vigente è stato redatto il piano per la sicurezza e il personale della Residenza è addestrato ad intervenire per controllare gli eventuali inizi di incendio e tutelare la sicurezza di tutti.

Visite guidate

E’ consentito ai potenziali utenti ed ai loro famigliari, visitare la Residenza previo accordo con il Responsabile dell’Ufficio Relazioni con il pubblico.

PROCEDURE DI DIMISSIONE

La durata massima per il profilo 1 è di 40 giorni. Arriva a 60 per i rimanenti profili con la possibilità di prolungare la degenza di 15 giorni, nei casi di fragilità sociale riconosciuta.

  • E’ facoltà dell’utente, a seguito di richiesta personale o dei propri congiunti, di lasciare in qualsiasi momento la struttura, secondo il preavviso e le modalità previste dal contratto;
  • E’ facoltà della Fondazione disporre le dimissioni dell’utente qualora l’utente abbia compiuto atti gravi contro persone o cose, tali da turbare la serenità della convivenza o da arrecare danno alla Fondazione, o quando il ricovero nell’unità di Cure Intermedie non risulta appropriato;
  • In caso di decesso dell’utente, la salma verrà composta nella camera ardente della casa. Potrà essere autorizzata la rimozione anticipata della salma nel rispetto della normativa vigente;
  • La richiesta dei parenti di dimissione del congiunto in condizioni terminali, sarà autorizzata solo se i parenti documentino, prima della dimissione dell’utente, la sua presa in carico da parte del medico di base;

L’amministrazione consegnerà gli effetti personali e quant’altro di proprietà del defunto agli aventi diritto, previa esibizione di idoneo titolo e sottoscrizione di ricevuta liberatoria.

RETTE e DETTAGLIO PRESTAZIONI AGGIUNTIVE

Per i posti a carico del Fondo Sanitario Regionale, è esclusa ogni compartecipazione economica a carico dell’utenza, fatti salvi i servizi alberghieri preferenziali aggiuntivi, secondo la tariffa allegata.

Per il ricovero su posti non accreditati, la fondazione richiede agli utenti un contributo per la copertura delle spese di € 100,00 al giorno.

  • I servizi compresi nella retta sono:
    assistenza medica, infermieristica, assistenziale e fisioterapica;
  • farmaci per la riabilitazione, materiale sanitario, gas medicale, prodotti per l’igiene, ausili e presidi sanitari quali carrozzine e deambulatori (sono escluse prestazioni relative all’assistenza protesica erogabile nell’ambito del SSN);
  • attività di animazione e supporto psicosociale;
  • ristorazione e lavanderia;
  • Trasporti sanitari se prescritti dalla Fondazione;
  • Parrucchiere.

Sono esclusi dalla retta i seguenti servizi:

  • Farmaci di ordinaria terapia;
  • Ausilii per l’incontinenza;
  • Trasporti non sanitari;
  • Accompagnamento per le visite mediche;
  • Estetista;
  • Trattamenti speciali del parrucchiere.

Il prospetto delle tariffe in vigore per i servizi esclusi dalla retta è allegato al presente fascicolo.

Fondazione Anni Sereni Onlus - Cookie policy - Privacy policy